lunedì 17 gennaio 2011

Abito in lana/Work in progress/One vision

Girando per le pagine di gestione del blog non mi ero accorta dell'aggiornamento del Post Editor di Blogger, lo sto provando e finora trovo che abbiano risolto le cose che maggiormente mi facevano impazzire come l'inserimento delle foto, il posizionamento, ridimensionamento, lo spazio per scrittura, l'anteprima e altre cosette che solitamente mi costringono a rieditare un'infinità di volte. Oddio, in anteprima continuo ad avere caratteri infinitamente più piccoli di quello che vedo mentre scrivo, ma basta poco per rimediare. 
Detto questo.



Sto sferruzzando un miniabito, e mi ci vorrà ancora un po' prima di finirlo. Qui accanto potete vedere la parte principale del vestito, e il miscuglio di colori.
La lana è 100% Alpaca, la mia spaccia-lana aveva in negozio parecchi gomitoli di questo tipo in sconto a 1 euro (erano lì da un po, eh!), ho comprato tutti i gomitoli dei colori che si intonavano, cinque tonalità tra i verdi e i marroni. Molto più belli dal vivo che in foto, specialmente se fatte non di giorno, ma tant'è, qui anche di giorno è buio che più buio non si può, quindi non posso fare altro che fare 100 foto e poi scegliere l'unica venuta bene. Personalmente apprezzo le brutte giornate invernali, è inverno, che ci vuoi fare, solo i tiggì non capiscono che in inverno fa freddo e nevica, ma un po' di luce, un po' di luce in più, mica un cielo azzurro e cristallino, ma solo che si noti la differenza tra il giorno e la notte!
Ma passiamo oltre e torniamo all'argomento principale.

Il filato è Alpaca (nel caso a qualcuno venga il dubbio) della Filatura di Crosa, 100% alpaca come si è già detto, troppo sottile per i miei gusti, quindi per lavorarlo e mescolarlo meglio ho doppiato il filato in tutte le combinazioni possibili. 
Lavorazione a maglia rasata dritta e rovescio
Le varie combinazioni. Qui i colori sono fedeli alla realtà.
Inoltre lo sto lavorando in tondo con un ferro circolare da 4,5 e di 80 cm di lunghezza per evitare cuciture così lunghe poichè o le faccio troppo molli o troppo tese, anche l'ultimo maglione che ho realizzato mi ha fatto dannare. Le maniche andranno fatte in circolo con il gioco di ferri e poi, una volta arrivati allo scalfo delle maniche, proseguirò in un pezzo unico.
Serginia fa ciao ciao

Nel frattempo, essendo oggi il 17 gennaio, ci sono un po' di auguri da fare: il primo è al mio tesoro a 24 karati.
Poi, è Sant'Antonio: buon onomastico a me.
Infine, mio padre chiama questo giorno il "Befanone", ma non ho idea del perchè e del percome, fatto sta che il presepe rimane in piedi almeno fino a questo giorno. Sarà per questo che la mia gatta ha pensato di dare un ultimo saluto al Bambinello di persona? La foto l'ho scattata con il cellulare, a portata di mano più della macchina fotografica al piano di sopra, per questo la qualità è quello che è. A proposito, è una mia impressione o sono una gattofila in buona compagnia?
A presto,
Antonella

2 commenti:

  1. Ciao Antonella,hai rinnovato il blog? Bello e bello anche il tuo presepe animato!! Gattofila io?!? Pensa..c'è la mia Minou che mi mordicchia le dita mentre cerco di scrivere..sì, sei proprio in buona compagnia!! Tanti auguri (era ieri però) e che invidia tutta la bella lana che hai preso. Hai fatto benissimo, era un vero affare e ne farai dei bellissimi capi!
    Baci
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Ciao, complimenti per il tuo blog e grazie mille per la visita al Gruppo di Lettura di Bryce's House! A presto, ciao!

    http://bryceshouse-eri.blogspot.com/
    http://gruppoletturabryceshouse.blogspot.com/

    RispondiElimina

Il vostro tempo è prezioso e io vi ringrazio di cuore per quello che mi date leggendomi e scrivendomi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali