sabato 20 marzo 2010

Abitino in lana ai ferrri/Chi ben comincia

...almeno ha iniziato!
Benvenuti!
Sferruzzare è la mia passione, e negli anni ho accumulato un discreto numero di maglioni, sciarpe, berretti e qualunque cosa serva per combattere il freddo. Era un po' che volevo aprire un blog per condividere i risultati del mio sferragliare folle e non potevo scegliere periodo peggiore per iniziare a farlo: l'inizio della primavera! L'unica mia giustificazione è che è ancora abbastanza freddino da queste parti, quindi si può usare ancora, ma per poco, la lana.








Questo è, finora, il mio pezzo più ambizioso e anche uno di quelli che mi ha preso più tempo, ma ne sono soddisfatta. L'ho finito da due settimane e quindi non odiatemi se sono contenta che sia ancora freddo...
Farlo in un pezzo unico è stata una scelta dettata dal tipo lana, un autorigante assolutamente imprevedibile per spessore della riga stessa e per colori; ok, ammetto che non avevo assolutamente voglia di cucire due parti così lunghe, faccio sempre delle cuciture o troppo tese o troppo molli... Le uniche giunzioni le ho fatte per chiudere le spalle, usando i ferri. Sono partita dalla base e dopo alcune prove fare&disfare, ho continuato.
La collana è stata realizzata su ispirazione di quella di Alessia utilizzando una misera parte delle centinaia di bottoni che mia madre ha raccolto nel corso degli anni, staccandoli dagli abiti dismessi; ho cucito i bottoni su un cordone intrecciato dello stesso tipo del resto del vestito.
Altri dati pseudo-tecnico/informativo:
  • punti: grana di riso, maglia rasata rovescio, punto trecce.
  • la lana così rigata è la Colorado della Mondial (58% lana vergine merino, 42% acrilico) colori 865 e 868; li ho mischiati, sono molto simili come gradazione cromatica, tanto che facevo fatica a distinguere i gomitoli dell'uno o dell'altro colore. Avendo preso la lana in due volte ho perso il conto di quanta ne ho usata, ma dovrebbe essere sull'ordine della dozzina per una taglia 46. Lavorando in circolo il rigato è più evidente, ma facendo un normale maglione o un berretto o una sciarpa scompare lo stacco netto e si fa più evidente la sfumatura. Comunque uno sceglie la lana che preferisce.
  • ferro circolare numero 4 e mezzo; io l'ho trovato solo da 80 cm di lunghezza, e questo mi ha impedito di capire bene quello che stavo combinando.
Presto provvederò a creare schema e spiegazioni, e anche con qualcosa di più attinente alla stagione che sta arrivando!

p.s.
Purtroppo le foto non rendono giustizia a quelli che sono i colori reali...

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro tempo è prezioso e io vi ringrazio di cuore per quello che mi date leggendomi e scrivendomi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali