domenica 9 febbraio 2014

T.G.House/Tempo di scelte/Work in progress

Salve a tutti e buon anno. Già. Io la tempestività non so proprio dove stia di casa e del resto non so nemmeno dove IO stia di casa, vagando tra una regione e l'altra per settimane e settimane. Ora sono in Emilia ma un mese fa sono tornata nelle Marche per vedere a che punto erano i lavori nella Green House e ho potuto così ammirare il pavimento posato in tutte le stanze e... basta. In quel momento mancavano ancora i battiscopa (in gres porcellanato come i pavimenti) e sono stati montati in parte mentre mi trovavo lì, ma fino all'installazione delle porte non potranno essere dichiarati fi-ni-ti. Un paio di foto di assaggio in attesa di poter spazzare e lavare per bene tutto, così da poterli fotografare in tutto il loro splendore.




Sono stati passati i fili del nuovo impianto elettrico, abbiamo scelto il tipo di scatole, il colore dei tasti e la cornice.
L'elettricista tratta Vimar e così abbiamo solo dovuto scegliere cosa ci piaceva di più e abbiamo scelto la linea "Plana"con i tasti bianchi; ci aveva inoltre lasciato la valigetta con tutte le placchette del campionario, così ci siamo dati alla pazza gioia provandole sulle scatole in giro per la casa, inizialmente pensando di coordinarle con i pavimenti (che sono di colore diverso tra zona notte e zona giorno) ma poi desistendo in considerazione dell'impossibilità di ottenere un risultato adeguato alle nostre aspettative. In pratica i colori facevano a cazzotti l'uno con l'altro, in più quei colori così scuri sembravano delle Grosse Patacche schiaffate sul muro per sbaglio. Così la scelta è ricaduta sulle placche tecnopolimero reflex color neve; molto semplici e neutre, sono praticamente plastica bianca con effetto vetro. Sono anche tra le meno costose, che non guasta. Al mio ritorno potrò accendere finalmente le luci! 

Fonte Vimar

Abbiamo anche finito di installare i vetri termici alle finestre e così abbiamo potuto finalmente rimontare tutte le finestre e smettere di congelare durante i lavori! Va bene, la primavera è ancora lontana e fa comunque freddo, ma per lo meno non ci saranno correnti d'aria gelide degne della Regina delle Nevi.


Il prossimo passo è scegliere la cucina, la cosa certa è che sarà moderna e facile da pulire. Non perchè sia una maniaca delle pulizie ma piuttosto perchè odio farle, quindi meno tempo ci metto e meglio è per tutti (perchè il mio malumore ricade addosso a chi mi sta vicino). La cucina è il primo locale della casa che ho immaginato, infatti la primissima cosa che abbiamo deciso è stata di spostare gli scarichi per averla nella zona più luminosa della casa e gli altri interventi edili ed elettrici sono stati decisi di conseguenza.. 
L'idea è che la cucina debba essere chiara perchè i pavimenti sono leggermente scuri (come avrete notato all'inizio del post); possibilmente senza maniglie, o meglio con maniglia a gola, una caratteristica a cui non davo peso ma che mi sembra sempre più rilevante sia come pulizia delle forme (il lato estetico) che come pulizia vera e propria (il lato pratico). Il piano di lavoro in contrasto, nero, che richiama ancora una volta il pavimento. 

fonte Google

Una cucina come quella sopra, nonostante abbia le principali caratteristiche richieste, è sì bellissima ma risulta un po' fredda nella sua perfetta e piatta bicromia; per questo mi piace molto la finitura effetto legno come quella che vedete sotto, che scalda decisamente il monocromo. In ogni caso questa è una decisione che prenderemo a breve, quindi "stay tuned".

Fonte Lube

Abbiamo anche guardato per le porte in un paio di posti; ci hanno fatto un buon preventivo in uno dei due e stiamo valutando, ma sono quasi sicura che non se ne parlerà prima dell'autunno. In ogni caso, questa è la nostra idea:

Fonte Google

Riassumento: l'impronta di base sarà moderna con linee il più possibile dritte, pulite, niente che rischi di stancare con il tempo poichè quello che vi ho mostrato finora è quello che contiamo resti in casa fisso per tanti, tanti anni. Preferisco cambiare i colori delle pareti o dei complementi, tende e tappeti, piuttosto che pentirmi tra cinque anni di avere fatto le ante della cucina del colore Pantone del 2014... che comunque è un bel colore.

Per concludere vi faccio vedere quella che è la mia fissazione del momento, un sito meraviglioso (non certamente l'unico) per quanto riguarda le palette cromatiche: design-seeds.com è uno spettacolo per gli occhi, sia che vi serva ispirazione per un lavoro, una stanza, un progetto qualunque, sia che non vi serva alcuna ispirazione.

fonte Design-Seeds
Nello specifico vi faccio vedere la palette a cui mi ispiro per la zona della cucina, lo so che non c'era nulla di verde in quello che vi ho fatto vedere sopra, ma per ora ho impostato la base su cui poter colorare.

E voi? Avete da poco ristrutturato casa, lo state facendo o lo state per fare? Una sola stanza o tutti gli ambienti? Cambiamenti considerevoli o solo il look generale? Oppure avete fatto casa da diversi anni, avete seguito la moda o siete andati sul tradizionale? Scelte che si sono rivelate giuste o altre di cui vi siete pentite? Fatemi sapere!
Ci sentiamo presto!

Nessun commento:

Posta un commento

Il vostro tempo è prezioso e io vi ringrazio di cuore per quello che mi date leggendomi e scrivendomi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali