giovedì 12 settembre 2013

Prima&dopo/Ingabbia una pianta, non un canarino!/Usare la vernice spray

Ben ritornati! Oggi vi mostro un altro piccolo prima/dopo che, usando una bomboletta spray, ha trasformato una vecchia gabbietta recuperata dalla soffitta.


Sto sgomberando il sottotetto a causa delle infiltrazioni d'acqua e dei futuri lavori di ristrutturazione, ed è così che sono riemerse un sacco di cose riposte da anni e dimenticate. Tipico delle soffitte. Ho ritrovato, tra le altre cose, questa vecchia gabbietta sporca e anche un po' incrostata dagli escrementi di canarino ed essendo in buono stato mi dispiaceva buttarla così l'ho lavata e asciugata per bene.




Il mio ferramenta vende queste bombolette qui della Teknica, uno spray acrilico, costano poco e per questo lavoro vanno benissimo perchè sono a rapida essiccazione, ma qualunque vernice spray può andare bene.


Se volete dipingere qualcosa con la bomboletta spray, che lo facciate all'esterno o in un angolo di casa con le finestre aperte, assicuratevi che non ci sia un alito di vento o vi ritroverete a spruzzare all'aria o addosso a voi stessi e sprecherete solo prodotto. Sì, sembra superfluo dirlo ma sempre meglio ribadirlo.


Spruzzate un velo sottile su tutta la superficie da coprire, non insistete su un punto ma "spolverate" tutta l'area muovendovi costantemente in modo uniforme. Lasciate asciugare prima della seconda mano.


Non preoccupatevi se dopo la prima mano il metallo sarà ancora ben visibile, è meglio dare diverse mani leggere piuttosto che una mano pesante che lascia gocciolature e aloni.


Dopo svariate mani (e svariati tempi di attesa durante l'essiccazione passati a leggere) e dopo aver ribaltato la gabbietta in più modi per essere sicura di coprire tutti i lati, ecco il risultato.



Per il fondo della gabbietta, staccabile, il discorso è analogo. Più mani leggere sono meglio di una mano pesante.





Qui sotto, per non sprecare vernice inutilmente non ho insistito nel coprire il fondo interno della gabbietta, ma solo le pareti interne che sarebbero potute più facilmente essere visibili.



Ed ecco sotto il risultato finale, una volta asciugato tutto e riassemblato. Il lavoro in sè, ovvero spruzzare, prende pochissimi minuti e il resto del tempo è pura attesa per asciugare, ma in metà pomeriggio si può cambiare aspetto a una gabbietta vecchia e brutta. 



La piccola edera che ci ho messo dentro piano piano si sta facendo largo tra le sbarre, l'ho appesa nel portico di casa mia, accanto alla credenza ricoperta di piante anch'essa (avevo postato il rifacimento della credenza qui e qui).
Spero vi sia piaciuto e vi sia stato utile.
A presto!

2 commenti:

  1. E' veramente un'idea molto carina. Vengo a trovarti grazie al linky party di Alex.
    Un bacione
    Sara
    www.sadioni.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Anche io sto girando per un sacco di blog nuovi, connessione permettendo!
      A presto!

      Elimina

Il vostro tempo è prezioso e io vi ringrazio di cuore per quello che mi date leggendomi e scrivendomi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali