giovedì 13 dicembre 2012

Orange Bedroom Makeover [part 2]

Salve a tutti! Vi state preparando per Natale? 
Torno a mostrarvi l'evoluzione della "Orange bedroom", non è per niente in argomento natalizio ma va bene lo stesso. Vero?


Il passo successivo al rimodernamento delle mensole è stato un pochettino più impegnativo, infatti ho costruito due librerie.

Innanzitutto mi sono liberata di una vecchia e ingombrante scrivania che usavo quando mi funzionava il computer fisso, e mi sono decisa a fare di tutto lo spazio disponibile una parete-libreria. Prima ho fatto un giro sul sito dell'Ikea per verificare se ci fosse la possibilità di incastrare librerie già fatte al mio spazio, ma c'erano sempre centimetri di troppo o in meno. Mi sono "rassegnata" ben volentieri all'autocostruzione poiché mi avrebbe dato la possibilità di ritagliare spazi su misura per le mie cose.
Qui sotto potete vedere come ho progettato la parete basandomi su quello che avevo e non potevo o non volevo buttare. Noterete che ho abbondato di arancio, ormai mi ci sono buttata a capofitto! Ogni mobile ha comunque la sua dose di bianco per controbilanciare.


Oggi vi mostro la prima delle sue librerie, quella un po' più "sfigata" perché per mettere alla prova le mie capacità da pseudo-falegname ho usato un truciolare che avevo in casa, resistente ma forse un po' troppo flessibile ed inadatto al disegno a cui l'ho costretto, per cui l'ho dovuto rinforzare nei punti indicati dalla freccia. Una volta sistemata la libreria al suo posto sono comunque cose che non si vedono.


Ho costruito la libreria in un pezzo unico, incollata e avvitata. Poi le solite cose:
  • stuccare i buchi e le imperfezioni, lasciare asciugare e lisciare con cartavetrata fine.
  • una mano di cementite, lasciare asciugare e lisciare leggermente con cartavetrata fine.
  • due mani di smalto sintetico bianco lucido solo nelle parti in cui andrà bianco e una leggera scartavetrata tra la prima e la seconda mano.
  • mettere il nastro di carta per non sbordare sulle parti bianche.
  • due mani di smalto sintetico arancio lucido nel resto della libreria e una leggera scartavetrata tra la prima e la seconda mano.

In pratica si ha sempre la cartavetrata in mano, ma questo consente allo smalto lucido di aggrappare bene alla mano sottostante. Nel caso ci fosse la necessità di dare più mani di smalto oltre alle prime due, consiglio di attendere almeno due giorni per consentire un'essicazione profonda dello smalto già steso; anche se al tatto le due mani sembrano ben secche, prima di appoggiare libri o altro è meglio attendere cinque giorni affinché l'indurimento della vernice sia completo. 
Insomma, ho dovuto pazientare parecchio ma poi l'ho finalmente messa al suo posto! Ovviamente è stata ben fissata alla parete con viti e tasselli.


Ma a che servono quegli strani spazi in basso? Per incastrare al millimetro due cosette un po' ingombranti ma utili: un mobiletto con le ruote e uno scatolone che ospita cartelle e fogli vari di grandi dimensioni. Anche loro hanno subito un rifacimento che vi farò vedere.


Ricapitolando: qui sotto vi rimetto a confronto il prima e il dopo dello spazio, è vero che qui la libreria è ancora vuota ma poi vi farò vedere come l'ho organizzata.


Concludendo posso affermare che questa prima libreria mi ha insegnato a: 

  • prendere bene le misure considerando anche gli spessori del materiale, infatti questo mi ha consentito di incastonare il mobiletto e la scatola.
  • considerare il battiscopa: non l'ho fatto e questo mi è servito da lezione per il successivo.
  • meglio farsi delle dime e conservarle in eterno, si impazzisce molto meno: anche qui non l'ho fatto ma ho imparato a farlo per la libreria dopo ed è andata molto meglio.
  • usare una sega circolare e farmi delle guide per tagliare dritto, l'ho adorato!


Ci vediamo presto con la seconda parte del capitolo "Librerie in ordine"!
Buon week end!

2 commenti:

  1. Ma sei bravissima! E che precisione nei disegni e tutto il resto!
    Ciao Helga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Helga! La precisione non è il mio forte ma cerco di impegnarmi, specie se salto tutti i passaggi con le foto perchè mentre lavoro non mi ricordo di farle!!!
      Un abbraccio e grazie per essere passata di qua!

      Elimina

Il vostro tempo è prezioso e io vi ringrazio di cuore per quello che mi date leggendomi e scrivendomi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali