venerdì 9 dicembre 2011

Manicotti-scaldamani ai ferri/Good company

É passata qualche settimana e finalmente torno mostrandovi qualcosa, era un po' che li avevo finiti ma mi mancava l'occasione di fare una bella foto con tutto addosso. Volevo fare qualcosa per il collo del post scorso, ed il gomitolo usato per i bottoni era rimasto praticamente tutto, così ho pensato a tenere al caldo le mie sempre ghiacciatissime manine sferruzzando un paio di manicotti/scaldamani.




Per fare dei manicotti lunghi questo gomitolo non era comunque abbastanza, così ho unito una lana di differente spessore in modo da dare un'effetto sovrapposto. Provo a mostrare i vari passaggi, purtroppo il mio difetto di solito è che questi pezzi unici restano tali perchè li faccio a braccio, nel senso che non conto, non misuro, non penso approfonditamente prima di farlo, quando faccio i manicotti li lavoro simultaneamente in modo da non dovermi ricordare come ho fatto uno mentre faccio l'altro. Chiaro, no?
Inizialmente avrei voluto lavorarlo con il gioco di ferri, ma non ne ho del 10 e se aspetto l'occasione per andare in città a comprarli arriva la primavera. 

Con i ferri del 10 ho avviato 20 maglie e fatto i primi 4 ferri a punto legaccio, al quinto ferro ho fatto 8 maglie a rovescio, 4 maglie al dritto per la treccia al centro, 8 maglie a rovescio, al ferro di ritorno ho lavorato ovviamente le prime 8 a diritto, 4 a rovescio, 8 a diritto e proseguito così gli altri ferri a maglia rasata diritta e rovescio. Gli incroci per la treccia li ho fatti rispettivamente a 4 e 10 ferri dall'inizio della treccia. Al ferro 19 dall'inizio del lavoro, di nuovo punto legaccio per altri 6 ferri e chiudere poi con una chiusura morbida. Chiaro, no?

Diritto.

Rovescio
Sul rovescio del lavoro, a qualche centimetro dal bordo più corto, con l'uncinetto ho ripreso 60 maglie per metterle sul ferro da 5.

Riprendere la maglie con l'uncinetto.

Le 60 maglie sul ferro numero 5.
Ho quindi lavorato a coste 3/3 per cinque centimetri e ho chiuso le maglie come si presentavano con una chiusura morbida. Ho fatto la stessa cosa sull'altro lato, quello più lungo, lavorando il secondo bordo sempre a coste 3/3 per 8 centimetri. Chiaro, no?

Rovescio.

Diritto.
Sul rovescio ho cucito prima il pezzo melange, poi i due bordi color ruggine (ovviamente non ho fatto nemmeno mezza foto di questo passaggio...).

Il manicotto finito, a rovescio.

I manicotti finiti, al dritto.
Ed eccoli qui, finiti e indossati. Mi piacciono tantissimo, mi piace aver unito due spessori così diversi, una sottilissima tinta unita e un grossissimo melange, mi piace che siano abbinati al collo solo per alcuni particolari e non siano "ugualissimi".


Oltre a scaldarmi con la lana, visto l'avvicinarsi del Natale preparo molti dolci, sia tradizionali che sperimentali. Ad esempio, ho provato a fare la meringa italiana, e ho scoperto che unendola alla crema pasticcera si ottiene una crema chiamata chibouste che viene usata anche come copertura per le torte e può essere fiammeggiata (con il fiammeggiatore da creme brulè) oppure caramellizzata in forno alla massima temperatura con funzione grill per alcuni minuti. Ho un po' (tanto) esagerato con la pasticciera, quindi non è venuta nemmeno lontanamente chiara come doveva essere qui ma alla fine era buonissima. 


Crostata di mele, prima cotta e poi ricoperta con la crema e quindi caramellizzata in forno, da mangiare il giorno dopo per lasciare il tempo alle mele di ammorbidire la pasta frolla al punto giusto.


Spazzolata in pochi minuti. Da rifare assolutamente. Chiaro, no?
A presto!

5 commenti:

  1. bellissimi questi scaldamani!mi piacciono molto e grazie per la dettagliata spiegazione

    RispondiElimina
  2. Ciao Antonella!! Spero che tu stia bene, ti faccio i miei migliori auguri di Buon Anno!!
    Carmen

    RispondiElimina
  3. Non ho parole! Ti ho trovata per caso e sono rimasta senza parole! Io sono alle prime armi con i ferri (ho fatto quattro sgorbi per intenderci), di restauro non ne capisco nulla, ma il tuo blog mi ha fatto impazzire. Sei bravissima!!!! Complimenti!

    Elena

    RispondiElimina
  4. quei manicotti sono ME-RA-VI-GLIO-SI!! *ç*

    RispondiElimina

Il vostro tempo è prezioso e io vi ringrazio di cuore per quello che mi date leggendomi e scrivendomi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali