domenica 23 dicembre 2012

Decorazioni Natalizie/Alberelli luminosi con le grucce



Continuo con i post superveloci di Natale, finchè faccio in tempo!
Ho fatto questi due alberelli luminosi utilizzando delle semplici grucce di fil di ferro. Ne ho fatte quattro in tutto, ma ne ho utilizzate solo due con le luminarie.


sabato 22 dicembre 2012

Decorazioni Natalizie/Decorazioni con le piume/Miracolo sulla 34a strada

Un post a tema natalizio! Un post a tema natalizio!! Sopravvissuti alla fine del mondo dei Maya, vuoi vedere che sarò io a provocare un cataclisma?


Erano diversi anni che facevamo l'albero esclusivamente oro&rosso, ma quest'anno si è deciso di cambiare, anche su insistenza materna che erano anni che lo voleva monocromo.

giovedì 13 dicembre 2012

Orange Bedroom Makeover [part 2]

Salve a tutti! Vi state preparando per Natale? 
Torno a mostrarvi l'evoluzione della "Orange bedroom", non è per niente in argomento natalizio ma va bene lo stesso. Vero?


Il passo successivo al rimodernamento delle mensole è stato un pochettino più impegnativo, infatti ho costruito due librerie.

giovedì 6 dicembre 2012

Orange Bedroom Makeover [part 1]

Eccoci qua, dove eravamo rimasti? Ah sì, dobbiamo iniziare.
Quando ho cominciato a mettere mano alla stanza non pensavo a chissà che cambiamenti, tutto è partito da voler semplicemente chiudere le mensole. Il lampadario vintage mi aveva ispirato già da un po' ad aggiungere tocchi di arancio all'arredamento, tra cui la sedia e la struttura del portaoggetti, per cui mi è sembrato ovvio servirmene anche questa volta.

martedì 4 dicembre 2012

L'Isola (felice) che non c'è

Se mi seguite da un po' sapete che abito in uno dei paesi colpiti dal terremoto, probabilmente il più colpito della provincia di Ferrara (nel modenese temo siano messi anche peggio) che ha provocato svariati danni e mesi di disagio. Per maggior chiarezza andate a vedere qui
Nonostante ciò, io so di essere stata fortunata. A pochi metri da casa mia, la settimana scorsa hanno definitivamente abbattuto altri due edifici, gli ultimi di una lista forse non lunghissima ma decisamente dolorosa. La scuola elementare è stata abbattuta alla fine dell'estate e ricostruita in tempi record, sarà attiva dopo il ritorno delle vacanze invernali.
Casa mia ha problemi al tetto, piove ovunque e si spera di poterlo aggiustare. Chi ha perso la casa potrebbe anche risentirsi di quello che sto scrivendo, perchè in fondo io la casa ce l'ho.

Se scrivo è perchè voglio ribadire che nessuno in questa terra credeva possibile che potesse accadere un'avvenimento del genere: "Un terremoto da noi? Noi viviamo in un'isola felice! Qui non capitano terremoti!". Il dubbio che non fosse così sarebbe dovuto venire anche solo dal fatto che l'Italia è ovunque un paese sismico, checchè se ne dica, e solo da qualche anno hanno riclassificato questa come zona a basso rischio sismico, ovvero qualcosa come "accade raramente". Ecco, accade raramente ma accade. Questa volta è capitato a noi, la prossima volta a chi toccherà? Beninteso, non voglio portar rogna a nessuno.

In attesa di poter rendere casa nostra antisismica (per quanto sia possibile farlo in un'abitazione ottentenne), cerco almeno di salvare il salvabile e di non trovarmi di nuovo in una situazione come quella delle 4:04 del 20 maggio. Cioè, scappare da casa mentre i miei stessi oggetti mi impediscono di farlo.

Foto fatte giorni dopo,
dopo aver "riordinato"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali